Repsol e Bunge creano una partnership in Spagna per incrementare la fornitura di carburanti rinnovabili 

  • Grazie a questo accordo strategico, Repsol aumenta l’accesso alle materie prime necessarie per raggiungere l’obiettivo di produrre fino a 1,7 milioni di tonnellate di combustibili rinnovabili entro il 2027.
  • La collaborazione è un altro passo avanti nella strategia a lungo termine di Bunge per creare percorsi alternativi verso la decarbonizzazione delle filiere agricole e petrolifere;

Download documento


Repsol e Bunge hanno deciso di collaborare allo sviluppo di nuove opportunità per contribuire a soddisfare la crescente domanda di materie prime a minore intensità di carbonio per la produzione di carburanti rinnovabili. Questa alleanza, la prima del suo genere in Europa, contribuirà ad accelerare l’aumento della produzione di questi carburanti richiesto dall’Unione Europea.

Con questo accordo strategico, l’azienda multi-energetica Repsol acquisisce il 40% di tre impianti industriali che fanno parte di Bunge Iberica, una delle filiali di Bunge nella penisola iberica, per un importo totale di 300 milioni di dollari più fino a 40 milioni di dollari di pagamenti contingenti. La transazione è soggetta alle consuete condizioni di chiusura, comprese le approvazioni normative.

In base a questo accordo, Bunge continuerà a gestire i suoi tre impianti dedicati alla produzione di oli e biocarburanti a Bilbao, Barcellona e Cartagena, vicino ai complessi industriali di Repsol situati nelle stesse regioni. Bunge continuerà inoltre a essere uno dei principali produttori di farine proteiche, oli vegetali e distributori di prodotti agricoli in Spagna.

Grazie a questa partnership, Repsol aumenta l’accesso a un ampio portafoglio di materie prime a bassa intensità di carbonio per la produzione di carburanti rinnovabili, un modo immediato per accelerare la riduzione delle emissioni dei trasporti, tra cui automobili, camion, aerei e navi.

L’attuale capacità produttiva di Repsol, pari a 1,1 milioni di tonnellate di combustibili rinnovabili all’anno, consente di risparmiare l’equivalente delle emissioni di CO2 di oltre 1,7 milioni di veicoli elettrici. L’azienda prevede di aumentare la produzione fino al 55%, raggiungendo 1,7 milioni di tonnellate nel 2027. Sta accelerando l’introduzione di carburanti rinnovabili nella sua rete di stazioni di servizio – la più grande in Spagna – aggiungendo pompe che forniscono carburante al 100% rinnovabile. Attualmente, l’azienda ha più di 120 stazioni di servizio con carburanti 100% rinnovabili, con l’obiettivo di arrivare a 600 entro la fine dell’anno e a 1.900 entro il 2027.

Repsol sta avviando il suo impianto di biocarburanti avanzati da 250.000 tonnellate all’anno a Cartagena, in Spagna, il primo del suo genere nella penisola iberica. L’azienda sta riadattando un’altra unità presso il suo complesso industriale di Puertollano, in Spagna, con una capacità di produrre 200.000 tonnellate di carburante rinnovabile all’anno;

Nell’ambito della partnership, le aziende intendono esplorare altre aree di cooperazione e sviluppo di progetti volti ad aumentare la potenziale disponibilità di materie prime lipidiche non alimentari per il mercato dei combustibili rinnovabili.

“Con questo accordo, Repsol si è assicurata la leadership nei carburanti rinnovabili nella penisola iberica. È una chiara prova dei costanti progressi che stiamo compiendo nella nostra ambiziosa tabella di marcia per fornire alla società soluzioni per ridurre le emissioni nette di CO2 dei trasporti nel modo più rapido ed efficiente possibile”, ha dichiarato Juan Abascal, Executive Managing Director per la Trasformazione Industriale e l’Economia Circolare di Repsol.

“Questo è un passo entusiasmante per Bunge in Spagna e sostiene il nostro impegno a creare percorsi alternativi verso la decarbonizzazione delle filiere agricole e petrolifere del nostro settore. Insieme, grazie alla profonda esperienza delle nostre aziende nel settore agroalimentare e alla connettività globale per le materie prime rinnovabili, puntiamo a sbloccare più ampie opportunità nello spazio delle energie rinnovabili”, ha dichiarato Julio Garros, Co-Presidente, Agribusiness di Bunge. 

Informazioni su Repsol

Repsol (BME: REP) è un’azienda multi-energetica globale presente lungo l’intera catena del valore dell’energia, che impiega 25.000 persone in tutto il mondo e distribuisce i suoi prodotti in oltre 90 Paesi a 24 milioni di clienti. Oltre a fornire il contenuto obbligatorio di biocarburanti nelle attuali benzine e diesel, Repsol sta spingendo per una più rapida decarbonizzazione e attualmente fornisce carburante 100% rinnovabile nelle sue stazioni di servizio nella penisola iberica. Repsol sta trasformando i suoi complessi industriali in poli multi-energetici in grado di trasformare un’ampia gamma di materiali di scarto in prodotti a bassa, nulla o negativa impronta di carbonio. Questi progetti faranno di Repsol un nome noto nel settore dei carburanti rinnovabili, portando la sua capacità produttiva totale a 1,5-1,7 milioni di tonnellate nel 2027 e a 2,7 milioni di tonnellate entro il 2030.

Informazioni su Bunge

In Bunge (NYSE: BG), il nostro obiettivo è collegare gli agricoltori ai consumatori per fornire al mondo alimenti, mangimi e combustibili essenziali. Con oltre due secoli di esperienza, una scala globale senza pari e relazioni profondamente radicate, lavoriamo per rafforzare la sicurezza alimentare globale, aumentare la sostenibilità dove operiamo e aiutare le comunità a prosperare. In qualità di leader mondiale nella lavorazione dei semi oleosi e di produttore e fornitore leader di oli e grassi vegetali speciali, diamo valore alle nostre partnership con gli agricoltori per portare prodotti di qualità da dove vengono coltivati a dove vengono consumati. Allo stesso tempo, collaboriamo con i nostri clienti per sviluppare soluzioni personalizzate e innovative per soddisfare le esigenze e le tendenze alimentari in continua evoluzione in ogni parte del mondo. La nostra azienda ha sede legale a Ginevra, in Svizzera, e sede aziendale a St. Louis, nel Missouri. Abbiamo circa 23.000 dipendenti dedicati che lavorano in circa 300 strutture situate in più di 40 Paesi;

Articolo in lingua inglese

Condividi questo articolo:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp