Repsol porta la sua multi-energia nei principali festival musicali in Spagna e Portogallo

  • L’azienda potenzia la sua strategia multi-energetica con un importante accordo e si lancia nella sponsorizzazione di eventi per il tempo libero.
  • Repsol ha unito le forze con i sei più importanti promoter musicali spagnoli per promuovere congiuntamente l’uso di diverse soluzioni multi-energetiche inizialmente in 77 eventi gestiti da Advanced Music, Bring The Noise, Centris, elrow, The Music Republic e Sharemusic! e ridurre la loro impronta di CO2 .
  • Grandi eventi musicali come il FIB, il Sonar Lisboa e l’Arenal Sound stanno guidando un cambiamento senza precedenti in questo settore e utilizzeranno, tra le altre soluzioni, combustibili rinnovabili per generare energia.

Download documento


Repsol ha firmato un accordo di sponsorizzazione strategica con i sei più importanti promotori musicali del Paese – Advanced Music, Bring the Noise, Centris, elrow, The Music Republic e Sharemusic!- per promuovere congiuntamente soluzioni multi-energetiche che aiutino a ridurre le emissioni di CO2 inizialmente in 77 eventi, espandibili a 89, che gestiscono in Spagna e Portogallo.

L’alleanza comprende eventi che si svolgono principalmente tra marzo e settembre, in undici regioni spagnole e in Portogallo. Così, festival prestigiosi come il FIB, l’Arenal Sound, il Sonar Lisbon e O son de Camiño, che attraggono ogni anno più di un milione di persone, utilizzeranno, tra le altre soluzioni, combustibili 100% rinnovabili per ridurre le loro emissioni di CO2 .

L’accordo è stato presentato oggi nel corso di un evento tenutosi al Campus Repsol, con la partecipazione del Chief Customer Officer dell’azienda multi-energetica, Valero Marín, e del Direttore della Comunicazione e del Branding, Marcos Fraga. Erano presenti anche i massimi rappresentanti dei promotori musicali: il CEO di Advanced Music, Ventura Barba; il CCO di Bring The Noise, David Méndez; il CEO di Centris, François Jozic; il Presidente di elrow, Viçens Martí; il Direttore Generale di The Music Republic, Toño Sánchez; e il Direttore Generale di Sharemusic!

Attraverso questa alleanza, Repsol offrirà diverse soluzioni energetiche ai promotori musicali, che adotteranno di volta in volta una o più energie, a seconda delle esigenze dei festival. In questo senso, i combustibili 100% rinnovabili sono la soluzione migliore per alimentare i generatori, installazioni provvisorie che producono energia per il suono, l’illuminazione o i camerini dei festival e che, per la loro natura effimera, non dispongono di infrastrutture elettriche permanenti. Allo stesso modo, verranno forniti punti di ricarica per i veicoli elettrici; verranno installati bidoni solari per ricaricare i dispositivi mobili; oppure verrà raccolto l’olio da cucina usato dai camioncini per farne carburante rinnovabile, promuovendo così l’economia circolare.

In particolare, Repsol fornirà 200.000 litri di combustibile 100% rinnovabile che eviterà l’emissione di 556 tonnellate di CO2, con una riduzione del 90% delle emissioni nette di CO2 rispetto al combustibile minerale che sostituisce, grazie alla minore intensità di carbonio del combustibile rinnovabile.

Energia e tempo libero

Per il Direttore Generale Clienti di Repsol, Valero Marín: “Questo accordo riflette l’obiettivo di ridurre le emissioni di CO2 condiviso da entrambe le parti e che abbiamo già iniziato a perseguire presso la Sonar Lisboa, dove sono stati utilizzati 1.497 litri di combustibile rinnovabile in sostituzione di quello convenzionale. È un obiettivo che raggiungiamo attraverso l’impiego di diverse soluzioni energetiche, come i combustibili rinnovabili, l’autoconsumo o l’economia circolare”.

I promotori concordano sul fatto che “questa collaborazione rappresenta un impulso significativo agli sforzi già avviati dall’industria musicale per adottare pratiche volte a ridurre la nostra impronta di carbonio. In questa accelerazione del cambiamento, Repsol sarà un alleato strategico. La sua esperienza e il suo background nei servizi multi-energetici ci permetteranno di ridurre le emissioni di carbonio dei nostri festival”.

Repsol promuove la sua strategia multi-energetica approfondendo la sponsorizzazione di eventi per il tempo libero, consapevole che la musica, la cultura, il cinema e la gastronomia sono settori sempre più esigenti in termini di sostenibilità che dimostrano ai loro clienti. L’azienda porta una visione ampia in termini di riduzione delle emissioni di CO2 non solo con la fornitura di energia, ma anche con le conoscenze necessarie in materia di efficienza per ridurre l’impronta di carbonio degli eventi sponsorizzati. Questo importante accordo si aggiunge ad altri già realizzati dall’azienda multi-energetica, come quelli sviluppati nell’ultima edizione dei Premi Goya, del Festival Internazionale del Cinema di San Sebastian o del Festival del Cinema di Malaga, tra gli altri.

“In Repsol abbiamo sviluppato sponsorizzazioni con programmi altamente riconosciuti nel settore automobilistico e con un focus sulla mobilità. Con Guía Repsol siamo un punto di riferimento nella gastronomia. Ora è il momento di dedicarci al tempo libero, insieme al nostro miglior segno distintivo: le nostre soluzioni multienergetiche”, ha spiegato il Direttore della Comunicazione e del Branding di Repsol. “L’impegno di Repsol nella transizione energetica è inequivocabile, come dimostrano i numerosi traguardi raggiunti dall’azienda, come l’avvio del primo impianto di combustibili rinnovabili a Cartagena o gli accordi con Bunge e Genia Bioenergy. Il nostro impegno è quello di offrire ai nostri clienti e ai nostri partner, come i festival con i quali collaboriamo oggi, tutte le soluzioni energetiche attualmente possibili per ridurre le emissioni di CO2 “.

Articolo in inglese

Condividi questo articolo:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp